Come ho trovato il mio reggiseno perfetto. Dopo anni di tentativi a tastoni finalmente ho capito come si fa. Quanto tempo perso e quanti risultati sbagliati e pensare che era così semplice! È bastato affidarsi all’esperienza di una Fit Expert come la mia amica Donatella.

Donatella è la mia consulente da anni, oltre ad aiutarmi nella scelta del reggiseno giusto per me, è diventata un punto di riferimento anche per le mie clienti. Già, proprio così. Perché quello che c’è “sotto” è strettamente legato a quello che c’è “sopra”. Intendo dire che l’intimo giusto valorizza oltre che noi stesse anche l’abito che indossiamo.

Grazie a lei e alla sua pazienza nello spiegarmi anche l’aspetto tecnico ho capito che il reggiseno perfetto esiste. Occorre essere consapevoli delle misure e della forma del proprio seno. Per questo sceglierlo non è solo una questione di gusti ma di regole ben precise. La taglia del reggiseno infatti è la combinazione di due elementi ben distinti, la circonferenza del torace e la misura della coppa.

La circonferenza del torace determina la taglia, prima, seconda, ecc… La coppa, identificata con le lettere da A ad I, indica l’ampiezza dei seni. Quando si indossa la coppa B siamo nel caso di proporzione perfetta, prima, seconda, ecc…, in coppa B è una prima, seconda, ecc… in senso assoluto.

Le cose cambiano quando la misura del torace e quella dei seni (coppa) non corrispondono. Si potranno avere infatti, circonferenze minute e seni grandi o al contrario seni piccoli su toraci larghi, è in questi casi che conoscere la propria coppa di reggiseno diventa fondamentale.

Come ho trovato il mio reggiseno perfetto. Mettendo al primo posto le mie forme.

Come ho detto prima, il reggiseno non è e non deve essere solo una questione di gusti. Solo dopo aver stabilito la misura giusta, potremo dedicarci alla scelta del modello, senza perdere di vista l’obbiettivo di contenere correttamente e valorizzare il nostro seno.

Lo sapete che il punto di maggiore sforzo per il reggiseno è lungo la circonferenza toracica? Questo significa che indossare un reggiseno della giusta misura sostiene il seno perfettamente e distribuisce il suo peso uniformemente, peso che altrimenti graverebbe sulle spalle provocandone l’incurvamento. Oltre a quei noiosi quanto antiestetici segni.

Come ho trovato il mio reggiseno perfetto

Il reggiseno NON è perfetto quando la parte posteriore si posiziona troppo alta, quando la coppa è ampia e quando i seni scappano da tutte le parti. Importante è anche regolare gli spallini in modo corretto.

Come ho trovato il mio reggiseno perfetto

Capite adesso perché è fondamentale non trascurare l’aspetto tecnico della cosa? Tranquille però anche l’occhio avrà la sua parte. Tanti infatti sono i modelli fra cui scegliere sia in base alle caratteristiche del proprio seno sia per ottenere l’effetto desiderato. Io ad esempio prediligo il modello coque memory form è in assoluto il mio “mai più senza”, perché una volta che trovi quello giusto, non lo lasci più!

Grazie Donatella per i tuoi preziosi consigli da donna a donna, utili per me e per il mio lavoro ma, spero anche per voi 😉

| |