Ho capito a cosa è dovuto il disordine nel mio armadio! La casa di Barbie non aveva un armadio! Tutti i vestiti delle mie Barbie stavano alla rinfusa in una scatola di cartone colorata.

Ecco, se sono disordinata è colpa di Barbie e della Mattel, sarebbe bastato un piccolo armadio con due grucce a fare la differenza nella mia vita!

Anni di cataste di abiti e pantaloni che passavano dal fondo del letto a una sedia, anni di passaggi diretti dallo stendibiancheria all’armadio. Oddio è esplosa una bomba nel mio armadio! Poi la redenzione di ispirazione giapponese! Marie Kondo mi ha parzialmente illuminata!

Fare ordine è fare pulizia!

Grazie a un recente trasloco ho buttato tutto ciò che mi suscitava sentimenti negativi. Un nuovo armadio mi ha spinto ad essere più ordinata e organizzata. Il disordine è genetico ma a tutto c’è rimedio! Sull’orlo di una crisi isterica da accumulatrice seriale ho eliminato tutto ciò che da anni non mettevo.

Tutto quello che “vabbè dai per stare a casa…”, tutto quello che era bucato, strappato, rovinato e spaiato – che fine fanno quando entrano in lavatrice i calzini e le t-shirt di h&m meriterebbe un approfondimento! – e oggi finalmente vivo una nuova fase che non posso pienamente definire ordine ma parvenza d’ordine decisamente sì!

P.S. della Lore: Vale, mi dispiace dirtelo ma, l’armadio di Barbie esiste, non hai scuse 😉